Bambine Serpente, Donne Drago

Pubblicato il da debdeashakti

_MG_4496.JPG

 

Sono nata in una famiglia di streghe, di questo non ho mai dubitato. Il Potere si è manifestato in modo diverso nei membri femminili della mia famiglia e stranamente è rimasto del tutto sopito nei membri maschili, creando in me un avvilente immaginario di donne potenti alle prese con uomini dall'impotenza più variegata.

Mia nonna e le sue due figlie, di cui una è mia madre, e tutte le nipoti in linea femminile, hanno manifestato precocemente il Potere.

Le Bambine Serpente si agitano sui corpi degli adulti fin da piccolissime, provocandone un disagio indicibile. Non c'è sedia, cuscino, bambola che sfugga, presto o tardi, alla morsa feroce delle loro piccole cosce convulse. Guardarle negli occhi precipita nell'abisso. Il mio primo ricordo cosciente di quell'impulso risale al mio lettino d'infanzia, di legno scuro come l'angosciante camera da letto della nonna.. Quel bisogno di tenere acceso il Fuoco tra le gambe e la prima immagine della Shakti, un gigantesco mezzo busto inferiore di Donna a cosce larghe che afferrava un piccolo uomo dai capelli ricci e neri e se lo spingeva contro con violenza, fin quasi a soffocarlo.

Nessuno dei miei pupazzi sfuggì all'effetto di quella visione ancestrale per tutta la mia infanzia. Credo che le mie bambole di pezza fossero impregnate di un persistente odore di sesso, come una mutandina tenuta su fino al secondo giorno. Lo adoravo e arrossivo fino alla punta delle orecchie al solo pensiero che qualcuno potesse percepirlo. Nei primi anni il Serpente è sveglio come raramente accade in quelli successivi, e si agita e si muove e non dà pace. Forse c'è del vero nella faccenda che la masturbazione affievolisca la vista, o almeno, la vista cosciente. Tant'è che sono stata precocemente afflitta da una grave miopia che mi ha confinata irrimediabilmente nel mondo della fantasia interiore, preservando la purezza oscena e le attitudini filosofica e letteraria con cui la Shakti mi ha benedetto dalla nascita.

Ci sono molte più bambine che non bambini serpente, ma non saprei dire quante nascano col Fuoco della Madre così liquido e dilagante. Quel che è certo è che da molti secoli, per non dire millenni, la nostra stirpe è stata ferocemente perseguitata pur di impedirne l'evoluzione legittima nella forma adulta e compiuta di Donna Drago.

Ricordare il perché di questa millenaria persecuzione si è rivelato più mortificante di quanto una qualunque femminista, persino quelle dedite al culto della Dea, potrebbe mai accettare.

                                  Peccato Originale.

Con tag divina shakti

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post