la Donna Selvaggia

Pubblicato il da debdeashakti

34

 

ho sempre saputo di essere quel tipo di donna che corre coi lupi. se per un po' vengo lasciata a me stessa, senza che la civiltà abbia a intromettersi nei miei flussi di coscienza, regredisco volentieri allo stato naturale, istintuale, ferino. ogni tentativo esterno di addomesticamento è sistematicamente fallito e quella volta..quell'unica incosciente volta che ho provato ad addomesticarmi da sola, a lasciarmi indietro la guida interiore che tutto sa già da prima, beh, è stato il periodo che ricordo con maggiore strazio in tutta la mia vita.

 

la donna selvaggia è una cellula microcosmica di una Donna Selvaggia molto più grande e antica, che vive nel corpo di ognuna di noi. ci spinge ad essere curiose e prudenti, sagge e appassionate. Lei sa tutto dei ritmi naturali e fiuta l'aria in attesa del prossimo passo da fare. se il passo si rivela sbagliato, lecca le ferite e mai ripeterà lo stesso errore. la immagino come un'immensa mamma lupa che ci tiene tra le fauci in caso di pericolo, perché è il posto più sicuro del mondo. che ci spinge a cacciare per procurarci il cibo, ma a rispettare l'equilibrio, mentre lo facciamo. se un intruso entra nel nostro territorio psichico, Lei ci mette in allerta. se l'intruso non entra col massimo rispetto, per goffaggine maldestra o premeditata scaltrezza, è pronta a sbranarlo, senza pietà. non chiedetemi come faccia: quando Lei ci avverte che un'altra creatura si comporta come un invasore del nostro mondo interiore, datele fiducia e affilate i denti. sa ben riconoscere il suo millenario nemico.

 

la Donna Selvaggia vive nei corpi delle donne umane da quando Lilith fu creata e dorme nei corpi delle donne umane da quando Eva ne ha preso il posto. una donna demone e una donna peccatrice e sottomessa: questi i due aspetti in cui il patriarcato ha lacerato la Donna primigenia. la prima ripudiata perché sapeva, con l'istinto, che la donna è stata creata per prima per guidare fino alla fine dei tempi in cui l'uomo saprà confrontarsi con Lei senza farsi sbranare. la seconda punita perché curiosa di conoscere la differenza tra il bene e il male, desiderosa di farsi come una Dea. la Donna Selvaggia da allora dorme di un sonno inquieto, dentro di noi, in attesa di svegliarsi e prendere possesso di ogni donna, per restituirle il suo potere.

 

fortunato l'uomo che saprà farsi amare dalla Donna Selvaggia, perché non sarà più un uomo, ma un Dio capace di dominarla in saggezza. fortunato l'uomo che saprà farsi amare dalla Donna Selvaggia, perché non sarà più un figlio, ma l'agognato consorte. fortunato l'uomo che saprà farsi amare dalla Donna Selvaggia, perché sarà il Custode della Terra.

 

Debdea Shakti

 

Con tag divina shakti

Commenta il post

gigi 02/10/2014 22:09

:-)

Paolo Bernardini 12/24/2013 15:05

La vergine delle rocce riappare ai miei occhi scolpita in tutta ka sua magnificenza ...
ciao sono paolo della biblioteca nazionale mi farebbe piacere rivederti 340 9415253 ho una famelica voglia di rivederti